PROGETTO ACCOGLIENZA

Attività di accoglienza per gli alunni di tutte le classi

12 settembre 2020
gni anno il nostro Istituto progetta attività per accogliere al meglio i nuovi alunni. Illustriamo il percorso di studio, cerchiamo di far comprendere le differenze con le scuole frequentate in precedenza, riflettiamo sul metodo di studio, accogliamo paure ed ansie, favoriamo le relazioni tra gli alunni e con i professori.
Quest'anno alcune attività saranno rivolte agli alunni di tutte le classi e non solo a quelli delle classi prime.
L'obiettivo è aiutarci a vivere con corresponsabilità quest

Non vedo l’ora di tornare in classe perché rivedrò i miei ragazzi che non incontro da marzo. E so che, insieme, facendo bene proprio quello che dobbiamo fare, affronteremo tutte le difficoltà e inventeremo il futuro, perché solo le relazioni generative fanno crescere e solo una cultura profonda illumina le cose, soprattutto quelle oscure. A scuola il tema non è l’emergenza sanitaria, ma che cosa ci faremo, educativamente, culturalmente e politicamente con l’emergenza. Sono i progetti a dar senso agli oggetti e non viceversa: la scuola non verrà rinnovata dal banco singolo o dal tablet, ma dalla vita che sapremo dargli, grazie a relazioni buone e un lavoro ben fatto. Ma se non saremo capaci di dare al presente un senso che vada al di là della prigione della cronaca, lasceremo bambini e ragazzi dietro le sbarre, perché l’assenza di senso riempie lo spazio interiore di paura, paralizza l’azione o la rende manipolabile. Il compito di maestri e genitori, da sempre, è rendere «i nuovi» interiormente liberi, come fa Guido (Roberto Benigni) in La vita è bella: per salvare il figlio trasforma persino il lager in un gioco a premi, dando un senso al male più assurdo. Ma questo richiede l’inventiva che solo l’amore e la cultura sanno suscitare: banchi, mascherine e connessioni, da sole, non basteranno mai. A noi educatori è chiesto di rendere l’emergenza una terra fertile, prima per noi e poi per loro, perché nulla cresce nei piccoli, se non trova cura, luce e libertà, nei grandi. Buon inizio a tutt

 
A. D'Avenia





MATERIALI



Ogni anno il nostro Istituto progetta attività per accogliere al meglio i nuovi alunni. Illustriamo il percorso di studio, cerchiamo di far comprendere le differenze con le scuole frequentate in precedenza, riflettiamo sul metodo di studio, accogliamo paure ed ansie, favoriamo le relazioni tra gli alunni e con i professori.Quest'anno alcune attività saranno rivolte agli alunni di tutte le classi e non solo a quelli delle classi prime.L'obiettivo è aiutarci a vivere con corresponsabilità questo periodo complesso


- Progetto Accoglienza
- Ricomciare in sicurezza
- Rispettare le regole per vivere bene 
- Progetto Accoglienza Inclusione
- Insieme nella rete
- Bullismo
- Bullismo e Cyberbullismo 
- Casi
- Questionario alunni Paolini
- Indicazioni per l'accesso alla Piattaforma GSuite di Istituto
- Progetto Accoglienza 2