Progetto Accoglienza

ACCOGLIENZA CLASSI PRIME

L’impegno per favorire l’accoglienza di tutti gli alunni delle classi prime dura tutto l’anno e riguarda tutti i docenti e tutte le discipline.

Dai primi giorni tutti i docenti si impegnano a:

  • favorire un positivo clima relazionale nella classe (le attività proposte sono indicative e non vincolanti)
  • condividere e far rispettare il sistema di regole dell’Istituto (i primi giorni sono importanti per apprendere lo stile di vita comune, una maggiore rigidità iniziale anche a livello di sanzioni disciplinari può preludere ad una maggiore serenità nel corso dell’ a.s)
  • esplicitare le finalità e le metodologie della propria disciplina e del senso della scuola in generale, evidenziando le differenze con la scuola secondaria di primo grado
  • individuare situazioni di fragilità (alunni stranieri, con DSA, BES..)
  • preparare materiali (schede compiti, film …)  da svolgere nelle ore di supplenza che ogni docente si troverà a svolgere, lasciare che gli alunni giochino a carte, mangino, bevano, vadano in giro per la scuola non aiuta il clima corretto. Occorre che gli alunni siano sempre coinvolti in attività.

ATTIVITA’

Nel primo giorno di scuola si propongono le seguenti attività:

 

Finalità: favorire la conoscenza fra ragazzi che si incontrano per la prima volta e la consapevolezza della nuova realtà scolastica

 

Obiettivi

 

Contenuti

Individuare le caratteristiche e le eventuali difficoltà degli allievi

Intervista sulla provenienza, la famiglia, la precedente esperienza scolastica, il tempo libero, la scelta della scuola secondaria di secondo grado, riflettere sul metodo di studio

Facilitare la consapevolezza della nuova realtà scolastica

Incontro con il Dirigente Scolastico nelle varie classi

Visita alla scuola

 

Dal secondo giorno in poi

 

Favorire la riflessione sullo stare a scuola, conoscere il regolamento scolastico, costruire un clima di classe accogliente e sereno, introdurre alle discipline

  • MODULO CYBERBULLISMO ED INFORMATICA - ASPETTI LEGISLATIVI ED EDUCATIVI, 2 ore in ogni classe prima a cura degli alunni della classe 5G.

 

  • MODULO DIRITTO – PROF.SSA ZANOTTI Illustrazione del regolamento di Istituto e di altri aspetti legati alla convivenza comune.

 

  • MODULO IL SENSO DELLA SCUOLA –  Lettura di alcuni testi per riflettere sul senso della scuola, sui voti, sull’ingiustizia e la giustizia. Si allega una proposta tratta da Lettera ad una professoressa (utilizzabile anche solo in parte).

 

  • MODULO COMUNICAZIONE NON VIOLENTA PROF.SSA AMADESI – Attività per comunicare le proprie emozione con i pari e con i professori e gli adulti in generale.

 

  • MODULO INCLUSIONE: Presentazione di slides sulla valutazione e sulle norme relative a BES, DSA o alunni stranieri.

Favorire l’individuazione delle principali regole comportamentali

  • Lettura del regolamento di Istituto e risoluzione situazioni-problema.
  • Lettura e sottoscrizione patto di corresponsabilità

Favorire la conoscenza degli organi collegiali e dei ruoli delle componenti

  • Assemblea classe/istituto
  • Consiglio classe/istituto
  • Giunta esecutiva

 

 

Finalità: far riflettere gli alunni sul proprio metodo di studio e dare suggerimenti per migliorarlo

 

Obiettivi

Contenuti

Favorire l’individuazione di “prerequisiti cognitivi specifici”, la scoperta del proprio “stile di apprendimento”, la costruzione di un efficace “metodo di studio” individuale

  • Alunni divisi a coppie: cercare su dizionario significato di ATTENZIONE e CONCENTRAZIONE e scrivere su quaderno individuando che cosa hanno in comune. Cercare su dizionario significato di DISTRAZIONE.
  • Far scrivere ai ragazzi le cause per cui si distraggono a CASA e a SCUOLA
  • Test per valutare la capacità di porre delle domande.
  • Test metodo di studio
  • Io sono uno studente così
  • Abitudini da acquisire/abbandonare

Far capire come si può imparare dai propri errori

  • Ogni alunno individua le cause prevalenti degli errori commessi solitamente ed individua possibili rimedi
  • Utilizzo della correzione delle verifiche

 

Nei primi mesi

  1. 1.       CACCIA AL TESORO AL MUSEO
  2. 2.      PROGRAMMAZIONE DOCENTI

Incontro docenti classi prime prima dell’inizio delle lezioni

Finalità:

  • conoscenza tra colleghi
    illustrazione del progetto accoglienza ed organizzazione delle relative attività
  • definizione delle linee disciplinari comuni e dello stile educativo
  • comunicazioni su alunni con DSA o disabilità
  • organizzazione del primo consiglio di classe con i genitori.

 

Consigli di classe nell’ultima settimana di settembre/prima di ottobre (durata del consiglio 1 ora e 30 minuti, da collocarsi per quanto possibile nel pomeriggio tardi per favorire la presenza dei genitori)

  • Primi 30 minuti: solo docenti con O.D.G: illustrazione questionari accoglienza ed osservazioni sulla classe.
  • Successivi 60 minuti: incontro fra docenti e tutti i genitori al fine di illustrate il Regolamento di Istituto, il POF, gli organi collegiali, i risultati dei primi test d’ingresso, la presentazione degli alunni, il patto di corresponsabilità, i progetti, le attività.  Durante questo incontro verranno consegnate ai genitori le password per poter accedere al registro elettronico.

Incontro con i genitori degli alunni DSA per presentare il doposcuola e le metodologie di lavoro.

Primi interventi dopo il primo mese di scuola.

A seguito dei test di ingresso, delle prime verifiche, dei questionari proposti, è possibile proporre da subito:

  • Sportelli di allineamento (per alunni classi I e III con gravi lacune)
  • Invio al CIC per evidenti difficoltà relazionali, di inserimento, di dubbio sulla scelta della scuola
  • Attività di metodo di studio

Terminato il trimestre

  • Attività per individuare gli stili di apprendimento degli alunni a descrizione del consiglio di classe.

 

 

Archeologi per un giorno: Caccia al tesoro al Museo San Domenico

Rispettare le regole per vivere bene

lettera ad una professoressa

Questionario accoglienza Paolini

Questionario accoglienza Cassiano