Tra rischio e piacere

Il Progetto, promosso dal Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna e proposto dalla Ausl Imola in collaborazione con il Nuovo Circondario Imolese e la Caritas della Diocesi di Imola, nasce dalla constatazione della necessità di agire al fine di prevenire comportamenti rischiosi e fenomeni di dipendenza legati alla pratica del gioco d'azzardo, al consumo di alcol e all'uso di sostanze stupefacenti, comportamenti in allarmante aumento nel mondo giovanile.


Il Progetto è rivolto agli alunni delle classi terze dellIstituto Paolini - Cassiano da Imola, per quanto riguarda il percorso formativo di Peer Education, e agli alunni di tutte le classi seconde del medesimo Istituto, per quanto riguarda gli interventi di ricaduta in classe dei Peer Educators che hanno portato a termine il percorso di formazione.


Il Progetto è strutturato nelle seguenti fasi:

- un incontro di presentazione del Progetto, rivolto agli studenti delle classi terze;

- quattro incontri di formazione di 3 ore ciascuno, tenuti da esperti degli enti proponenti, rivolti agli studenti delle classi terze che  aderiscono al percorso di formazione di Peer Education;

- un successivo intervento di un'ora in tutte le classi seconde, tenuto dagli allievi precedentemente formati e finalizzato alla prevenzione dei comportamenti a rischio sopra menzionati.


Nel corso degli incontri e degli interventi lapproccio educativo adottato è teso a valorizzare lo scambio dinamico delle opinioni, in una cornice di rispetto reciproco delle idee personali e dei diversi vissuti soggettivi.